News

Rivoluzione Iphone

Il termine “rivoluzione” deriva dal latino revolvĕre “rovesciare”. E’ esattamente questo ciò che è avvenuto da 10 anni a questa parte ad opera di uno dei colossi più imponenti della nostra epoca: Apple.

Era il 9 Gennaio 2007 (esattamente 10 anni fa), giorno in cui Steve Jobs appare nel suo dolcevita nero, jeans e scarpe da ginnastica e fa il suo annuncio “Abbiamo reinvientato il telefono”. Noi di emmecubo crediamo abbia fatto molto di più, parliamo di una rivoluzione dell’intera società.
 [···]

Leggi tutto

Le ricerche degli italiani nel 2016 – Google Trends

Come sempre, fine anno è il periodo dei resoconti. Come in un’azienda si conteggiano entrate ed uscite, come in un ristorante si cerca di capire quali siano i giorni forti e i piatti forti, così anche Big G comincia a tirare le prime somme.
E proprio oggi escono i trend più cercati dagli italiani nel 2016 … Qualche idea? Politica, ambiente, tasse, viaggi?
 [···]

Leggi tutto

La nuova rivoluzione chiamata Amazon Go

Ci risiamo Amazon sta per rivoluzionare il mercato e tutti gli indizi ci fanno intendere che potrebbe riuscirci, di nuovo.

Amazon ha aperto il primo negozio Amazon Go a Seattle, versione beta accessibile solo ai dipendenti, ma i vertici assicurano che per inizio 2017 il negozio sarà aperto al grande pubblico. Ma cos’è questo nuovo negozio? Ecco… chiamarlo negozio potrebbe essere riduttivo, è un nuovo modello di shopping e naturalmente una nuova scommessa firmata Amazon. Il cliente, o potenziale tale, potrà accedere al negozio utilizzando un’app sul proprio smartphone. Questa app dialogherà con il sistema operativo presente nel negozio (varie telecamere e sistemi deel learning), associando all’account personale i vari prodotti e i relativi prezzi. Automaticamente, avendo associato una carta di credito o un conto Paypall, il pagamento è fatto!
 [···]

Leggi tutto

Programmi fedeltà: il successo offline, il futuro online!

Domanda e offerta si incontrarono pacificamente, nacque un matrimonio perenne e tutti vissero felici e contenti. Questo accadeva un tempo, ma ormai da anni potremmo dire che l’offerta supera la domanda, che si scatena una battaglia dove le armi sono i prezzi, le varianti prodotto, i programmi fedeltà, che qualcuno vince e qualcun altro perde.
Un cliente conquistato va poi mantenuto attivo e deve divenire un promotore per l’azienda. Come fare per renderlo tale? Il cliente dovrà conoscerci, apprezzarci e, in qualche modo, amarci.
 [···]

Leggi tutto

Scuola a prova di Privacy

Siti web per le scuole? Si, ma attenzione alla Privacy! Tra i nostri clienti ci sono scuole di vario genere ed è per questo che oggi abbiamo scelto di parlarvi di Scuola a Prova di Privacy. Ormai quasi tutte le scuole, di ordine e grado, partendo dall’asilo, sino alla scuola superiore e naturalmente all’università, utilizzano internet come strumento di comunicazione. Il sito internet per questo soggetto istituzionale è sicuramente una modalità per farsi conoscere nel momento in cui un genitore o un ipotetico alunno voglia ricercare informazioni sull’offerta formativa, sulle attività didattiche ed extra scolastiche, ma è ancor di più uno strumento di comunicazione tra coloro che già ne fanno parte. Possiamo controllare i voti dei nostri figli, i compiti per casa, le assenze. Ma sappiamo tutti che internet è un mondo tanto semplice e a porta di mano, ma può nascondere pericoli e restrizioni, ancor più per i nostri ragazzi o bambini.
 [···]

Leggi tutto

Dirty Cow il bug di Linux quasi decennale

Si chiama Dirty Cow, anche se la sua denominazione nelle Common Vulnerabilities and Exposures è “CVE-2016-5195” e colpisce i sistemi Linux da 9 anni. E’ stato scoperto appena 3 giorni fa, ma porta con sé un alone già estremamente preoccupante perché secondo le parole di Dan Rosenberg, ricercatore di Azimuth Security, è con ogni probabilità il caso più importante e quindi pericoloso di privilege escalation locale su Linux. Ma cosa significa? Phil Oester, il ricercatore che l’ha scoperto, spiega come chiunque, e ripetiamo chiunque, possa ottenere l’accesso root al server e prendere il controllo dell’intero sistema accedendo alla shell principale.
 [···]

Leggi tutto